Eventi

Discorso della Presidente della PASS Margaret Archer a Papa Francesco

archer_audience2015

Sabato 18 april 2015

Caro Papa Francesco,

grazie di averci ricevuti oggi, durante la Plenaria della PASS sulla Tratta di Persone. E' a te che dobbiamo l'ispirazione del nostro lavoro degli ultimi due anni – a quel piccolo appunto manoscritto ormai famoso con il quale ci incoraggiavi ad esaminare la tratta di persone e la schiavitù moderna, compreso il traffico di organi. In tutta umiltà ci auspichiamo che i nostri sforzi non ti abbiano deluso, perché in ogni fase abbiamo crercato di progredire un po' nella lotta contro la tratta di persone e il passo più grande lo stiamo cercando di fare proprio in questo incontro.

Il diritto penale è, senza dubbio, una condizione necessaria per l'abolizione di questa pratica illegale, che cresce e i cui profitti, $150 miliardi, hanno già sorpassato quelli del traffico di droga. Ma la criminalizzazione non è una condizione sufficiente ad eliminare le conseguenze che la tratta ha sulle vittime.

Ridurre una persona in schiavitù - per il valore del suo lavoro, per abusare del suo corpo, per usare i suoi organi o per venderla, come accade con i neonati - annulla la dignità umana riducendo un soggetto ad un oggetto. Questo è un crimine contro l'umanità che tradisce il principio fondamentale su cui poggia tutta la Dottrina Sociale della Chiesa: la dignità di ogni essere umano, senza eccezioni, deriva dalla sua filiazione divina.

La criminalizzazione di questo commercio è l'inizio, non la fine, del nuovo movimento abolizionista. La criminalizzazione della tratta punta a ridurre e idealmente ad eliminare l'"offerta", ma come si fa per la "domanda", che è il motore di questo commercio? E' la domanda di lavoro a buon mercato, di prostituzione, di organi, basata sui bisogni dei più abbienti, che annulla il diritto dei più poveri alla sicurezza sul lavoro, a proteggere i propri corpi contro gli abusi e a valorizzare le parti del proprio corpo come necessarie alla vita stessa. La domanda non cala ma cresce e dobbiamo lavorare contro ogni aspetto di essa, soprattutto contro la rovina umana da essa causata.

Abbiamo perciò una serie di proposte radicali da fare, di cui speriamo approverai:

1.    La PASS è già diventata un movimento sociale contro la tratta che intende includere, tramite il nostro sito web www.endslavery.va, inaugurato questa settimana, tutte le persone di buona volontà che fanno parte di questo nuovo abolizionismo.

2.    Vorremmo dissociare i processi penali dal rimpatrio automatico, sostituendolo con programmi di reinsediamento volontari nei paesi ospiti, che concedano il diritto di soggiorno e diventino una corsia per ottenere un passaporto.

3.    Vogliamo combattere il traffico di organi e la vergognosa pratica dei viaggi all'estero per ottenere un trapianto, mascherati da turismo; supplichiamo la Chiesa cattolica di benedire e promuovere, tra i fedeli e tra persone di altre fedi o di nessuna fede, la distribuzione di tesserini per la donazione volontaria degli organi, al fine di ridurne la domanda.

4.    Infine, preghiamo affinché tu ci dia il tuo sostegno attivo per convincere il Segretario Generale dell'ONU a includere l'eliminazione della tratta di persone tra i dieci nuovi Obiettivi di sviluppo sostenibile da raggiungere entro il 2030.

Ti chiedo di scusarmi se sono stata troppo diretta, ma lo sdegno morale deve dar luogo ad azioni pratiche in modo da poter dire con te, Santo Padre: ‘Mai più schiavi, ma fratelli e sorelle’.

Presidente Margaret Archer
Pontificia Accademia delle Scienze Sociali

Collegamenti

Address of Pope Francis to the Participants in the Plenary Session of the Pontifical Academy of Social Sciences

Saturday, 18 April 2015 Dear Brothers and Sisters, I welcome you, members of the Pontifical Academy... Continua